Il vicepresidente di Hudson Elevator Amy DiPaolo discute le sue posizioni nel settore

Hudson-Elevator-Vice-Presidente-Amy-DiPaolo
Amy DiPaolo e Ed DeFilippis presentano il Safe-T-Rider della Elevator Escalator Safety Foundation alla classe seconda elementare del figlio di DiPaolo nel 2006.

Il veterano del settore ha ricoperto quasi tutte le posizioni di supporto di un'azienda di ascensori.

Con oltre 23 anni di esperienza nel settore degli ascensori, Amy DiPaolo ha ricoperto quasi tutte le posizioni di supporto di un'azienda di ascensori. Attualmente vicepresidente di Hudson Elevator Group a New York City (NYC), la prima posizione di DiPaolo è stata quella di expeditor presso Dover Elevator. Ha collaborato con il Dipartimento degli edifici di New York, che, secondo DiPaolo, all'epoca era pesantemente corrotto. “Avere l'autorizzazione per una violazione è stato come fare la fila per entrare in un club; se sembravi interessante, ti sceglievano per avere un'udienza con un ispettore", ricorda DiPaolo. Fortunatamente per DiPaolo, ha avuto successo nella sua prima posizione. "Volevo comprendere appieno ogni reparto e gli aspetti della sua gestione", spiega.

Da lì, DiPaolo è passato al coordinamento, alla gestione dell'ufficio e alle vendite, l'ultima delle quali nello stesso periodo in cui ThyssenKrupp Elevator ha acquistato Dover. Ha lavorato nelle vendite presso ThyssenKrupp Elevator per diversi anni e alla fine ha ricevuto un'offerta per diventare vicepresidente delle vendite presso International Elevator, una società indipendente di High Bridge, New Jersey. “International era di proprietà di un ex meccanico di Dover con cui ho lavorato per molti anni. Conosceva le mie capacità ed era disposto a rischiare assumendo una donna di 32 anni senza esperienza dirigenziale per costruire la sua azienda", ha detto DiPaolo.

Dopo cinque anni e una crescita dell'800% della base di manutenzione dell'azienda, International è stata venduta a KONE, dove DiPaolo ha iniziato come rappresentante di vendita. Nel giro di pochi mesi, è stata promossa a direttore delle vendite e, infine, direttore delle vendite del distretto di New York per il servizio e la modernizzazione. DiPaolo ha lavorato con KONE per tre anni prima di trasferirsi in Hudson Elevator Group, dove è responsabile delle vendite e delle operazioni per la divisione servizi privati ​​e modernizzazione.

Quando le è stato chiesto del suo ruolo in Hudson Elevator, DiPaolo dice che trova essere in grado di premiare i dipendenti per il loro duro lavoro il più appagante. "Mi piace anche essere in grado di dare ai clienti esattamente quello che vogliono e sentire che sono contenti dei nostri servizi", ha detto DiPaolo. Per quanto riguarda le sfide professionali, afferma che essere in grado di fornire prodotti di qualità al prezzo basso richiesto dai clienti è la sua sfida più grande. "È estremamente competitivo e difficile mantenere i profitti quando si lotta per ogni lavoro", ha detto DiPaolo. Ritiene che concentrarsi sulla propria azienda, per quanto riguarda la qualità, la sicurezza e l'offerta istruita, sia il modo migliore per superare tali sfide.

Avendo ricoperto varie posizioni nel corso della sua carriera, DiPaolo crede che i suoi maggiori punti di forza siano la sua conoscenza del prodotto e le connessioni nel settore. "Conoscere bene non solo i fornitori, ma [anche] altri proprietari/gestori, è inestimabile quando hai bisogno di assistenza", spiega DiPaolo. Per quanto riguarda il suo futuro e quello di Hudson Elevator, spera di vedere l'azienda diventare un importante attore indipendente nel mercato di New York/New Jersey e dice che è sulla buona strada per raggiungere questo obiettivo nei prossimi anni. "Per quanto mi riguarda, sono molto felice della posizione che ho e non vedo l'ora di far crescere l'azienda", ha detto DiPaolo.

DiPaolo attribuisce a diversi professionisti del settore il merito di averla seguita durante la sua carriera. “Tecnicamente, il mio primo responsabile dell'assistenza, John Canetti, mi ha insegnato la maggior parte delle mie conoscenze sugli ascensori. Ogni giorno mi interrogava lanciando parti sulla mia scrivania e chiedendomi cosa fossero", ricorda DiPaolo. “Se ho sbagliato, ho dovuto cercare fino a quando non ho ottenuto la risposta giusta. È stato molto duro con me, ma ha apprezzato quanto fossi laboriosa e voleva rendermi migliore", aggiunge.

DiPaolo afferma che Ed DeFilippis l'ha aiutata a rendersi conto dell'importanza di costruire relazioni industriali e di rimanere attivamente coinvolti. L'ha presentata alla National Association of Elevator Contractors (NAEC) e alla Elevator Conference of New York (ECNY). "Ho avuto successo prima, ma l'incoraggiamento di Ed ha portato la mia carriera a un altro livello", ha detto DiPaolo. DiPaolo afferma di frequentare la conferenza di primavera e la convenzione autunnale della NAEC ogni anno. “Il più grande vantaggio di NAEC per me è il networking e la formazione sui nuovi prodotti. Anche la vetrina dei fornitori ECNY è un home correre per la nostra azienda", ha detto.

Secondo DiPaolo, l'industria degli ascensori nell'area di New York non è stata colpita dalla recessione così duramente come altre, perché c'è ancora molto lavoro da fare. “Ogni lavoro è una competizione e le nostre matite devono essere affilate. L'uragano Sandy ha fornito molto lavoro per il nostro settore nel New Jersey e New York, quindi nel complesso siamo estremamente impegnati", spiega DiPaolo.

“Per sopravvivere alla recessione, è importante essere visibili e rimanere in contatto personalmente con i propri clienti. Fai la cosa giusta e offri ai clienti il ​​servizio che meritano. Cerca di essere competitivo, ma non darlo via; la redditività deve essere lì se vuoi esserci in futuro.” — Amy DiPaolo

Al di fuori del lavoro, DiPaolo trascorre del tempo con suo marito Pete e i loro due figli, Anthony, 11 anni, e Jacqueline, nove. L'ultima vacanza che la famiglia ha goduto è stata a Wildwood, nel New Jersey, due mesi prima che l'uragano Sandy colpisse la zona. DiPaolo ama anche leggere; sciare; giocare a golf, clarinetto e pianoforte; allenarsi; e mangiare sano. "Sono vegetariana e compro solo cibo biologico, il che a volte è molto impegnativo, soprattutto quando mangio fuori per lavoro", ha detto. DiPaolo fa anche volontariato nei comitati per due organizzazioni scolastiche locali: la Fondazione educativa di Alessandria Township e l'Organizzazione genitori-insegnanti, per la quale gestisce l'escursione di golf.

Ripensando alle sue esperienze professionali, DiPaolo afferma che imparare dagli errori è una delle cose più importanti. "Penso che possa essere applicato a tutto nella vita", ha detto DiPaolo.

Ottieni di più Elevator World. Iscriviti alla nostra newsletter gratuita.

Ti preghiamo di inserire un indirizzo email valido.
Qualcosa è andato storto. Si prega di controllare le voci e riprovare.
Gurney-Ascensore-Parte-Seconda

Ascensore a barella, seconda parte

Reliquia-nascosta-trovata-nell'edificio

Reliquia nascosta trovata nell'edificio

Ascensore-Mondo---Fallback-Immagine

La spinta è ancora in corso

Adams-Elevator-LifeJacket-Supporta-Sicurezza-passeggero

Adams Elevator LifeJacket® supporta la sicurezza dei passeggeri

Ascensore-Mondo---Fallback-Immagine

Ascensore U Conferenza

Risolvere-Idraulico-Elevatore-Problemi-di-calore

Risolvere i problemi di riscaldamento dell'ascensore idraulico: mirare alla causa principale

Dunwell-Elevator-celebra-30-anni-e-continua-crescita

Dunwell Elevator festeggia 30 anni e una crescita continua

Handi-Lift-Attrezzature-Cesare-Attolini

Handi-Lift equipaggia Cesare Attolini